Si chiama H.R. 420 Marijuana Bill. E può aprire le porte alla legalizzazione federale negli USA

Il 420 non è un numero come tutti gli altri nella cultura della cannabis. Tanto che, ogni venti aprile (nella numerazione americana, il mese viene anteposto al giorno) assistiamo a centinaia di manifestazioni in tutto il mondo che celebrano la pianta.

Non può essere un caso, dunque, che i legislatori di Washington abbiano ufficialmente riservato il numero 420 ad un progetto di legge che cambierebbe drasticamente le leggi federali in materia di cannabis.

Il nuovo “H.R. 420 Marijuana Bill“, che in molti già chiamano Regulate Marijuana Like Alcohol Act, è stato presentato mercoledì al deputato democratico dell’Oregon Earl Blumenauer e, se approvato, rimuoverà la cannabis dalla legge federale sulle sostanze controllate, il Controlled Substances Act.

“Al di là del numero simbolico del disegno di legge – ha detto Blumenauer – il problema è serio. Le nostre leggi federali sulla marijuana sono obsolete e fuori dal mondo, ed hanno un impatto negativo su innumerevoli vite. Il Congresso può continuare a far finta che non esista questo movimento, sostenuto da una maggioranza crescente di americani, oppure può decidere di porre fine a questo proibizionismo insensato“.

Secondo la proposta, il controllo della cannabis passerebbe dalla Drug Enforcement Administration (la DEA) ad un rinominato Bureau of Alcohol, Tobacco, Marijuana, Firearms and ExplosivesUna rivoluzione. In questo modo verrebbero rilasciati permessi federali per la coltivazione, l’imballaggio, la vendita e l’importazione di marijuana.

Blumenauer è uno storico attivista anti-proibizionista, fondatore e animatore del Congressional Cannabis Caucus. Ha recentemente pubblicato un piano dettagliato per la legalizzazione della marijuana a livello federale entro il 2019. La parola passa ora al Congresso, che, dalla scorsa settimana, ha ufficialmente una maggioranza democratica.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.