Distribuzione controllata di cannabis, la Svizzera dice sì a studi pilota

Sulla distribuzione di cannabis in Svizzera vanno condotte sperimentazioni pilota. L’ha deciso il Consiglio nazionale, con una maggioranza di 100 voti contro 85 (e 2 astensioni), che martedì si è espresso su un disegno di legge che va in questa direzione, elaborato dal Consiglio federale.

Nonostante sia illegale, infatti, nella Confederazione elvetica circa 200mila persone consumano regolarmente cannabis con un tenore di THC superiore all’1% consentito per scopi ricreativi, come ha sottolineato il consigliere federale Alain Berset.

Poiché la commissione proponeva di non concedere neppure l’inizio della sperimentazione, oggi la Camera del popolo doveva unicamente decidere se affrontare il dossier o no. Vista la risposta positiva, la commissione dovrà invece ora esaminare il testo articolo per articolo.

Il progetto del Governo prevede dei test pilota limitati nel tempo: al massimo cinque anni, prorogabili una sola volta per due anni. I partecipanti potranno acquistare soltanto una quantità limitata (10 grammi) di cannabis al mese, che non potranno cedere a terzi o consumare in luoghi pubblici. Inoltre anche l’articolo di legge sulle sperimentazioni pilota avrà una validità limitata a dieci anni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.